La Naturopatia

CHI E' IL NATUROPATA

Il naturopata è una figura professionale che educa alla prevenzione in modo olistico considerando la persona nella sua globalità di corpo, mente, emozioni.

Utilizza trattamenti e tecniche, non invasive, quali il colloquio, i trattamenti, i consigli floriterapici ed alimentari , per stimolare  le risorse innate di autoguarigione del corpo, in un percorso volto al raggiungimento di un equilibrio psico-fisico e BEN-ESSERE generale.

Il naturopata non guarisce né cura patologie, perché il suo approccio è totalmente diverso da quello medico, tuttavia il suo lavoro può essere di supporto e un'integrazione al lavoro del medico, con il quale può collaborare. 


Il nome della malattia è irrilevante per il naturopata, la malattia è UNA, PROFONDA, GENERALE.    

Si focalizza su quello che vive la persona in quel momento a livello fisico, emozionale , psicologico, per farle riscoprire  il proprio potere di creazione e renderla artefice di uno stile di vita armonico.

Durante il colloquio si fa una valutazione generale dello stato di salute fisica, psicologica , emozionale dell'individuo raccogliendo i dati personali  che indicano le predisposizioni genetiche, ereditate ed acquisite, per poi stabilire insieme il percorso di lavoro.

Il primo incontro ha una durata di circa 1 ora e mezza  

RIEQUILIBRIO

Oltre al corpo che è materia, c’è un’anima  che cerca di realizzare il suo scopo di vita, la ragione per cui si è incarnata nella forma fisica e cerca l’evoluzione. L’anima spirituale è il sé superiore che tutto conosce , è il sé immortale che cerca l’espressione nel corpo fisico.

L’intero processo creativo è costituito da diversi livelli di realtà, da quelli “elevati”, spirituali, eterei che in medicina tradizionale cinese costituiscono lo yang “il cielo” a quelli più materiali, grossolani e densi cioè lo yin “la terra”. Tra questi diversi livelli energetici esiste la possibilità di uno scambio che fa fluire e circolare il prana: sono i chakras, trasformatori energetici, ognuno dei quali è collegato ad un plesso nervoso e ghiandola del corpo. All’interno della nostra colonna vertebrale vibra un’unica energia, la Sushumna che controlla il risveglio della coscienza spirituale.

L’energia vitale circola poi nel corpo secondo precise traettorie “i meridiani” che portano le informazioni filtrate dai nostri 5 sensi in accordo con i 5 movimenti della medicina tradizionale cinese.

Lavorando questi punti effettuiamo un riequilibrio dell’energia del corpo, prevenendo la malattia.

Allo stesso modo nella riflessologia plantare premendo alcuni punti riflessi nella pianta del piede  distribuiamo l’energia vitale in tutto il corpo.

Qualsiasi sia la tecnica utilizzata per portare armonia e riequilibrio la fonte è l’energia Primordiale, qualcosa di grande che impregna tutto ciò che esiste: l’Energia Universale.

Le preoccupazioni, i sensi di colpa, le frustrazioni e le ansie aprono le porte alle paure, offuscano l’energia che non riesce più a fluire libera. Con la malattia l’anima ci comunica di essersi allontanata dal suo percorso di vita, ci dà l’opportunità di metterci in discussione ed intraprendere un percorso verso la libertà e la piena realizzazione di sé.

E’ per questo che la medicina energetica vibrazionale valuta l’uomo nella sua globalità, vede il corpo, la mente e lo spirito come parti integranti di un microcosmo nel macrocosmo a cui tutta l’umanità si collega.